Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Adeguare i canoni di locazione in base all’indice FOI

16 giu 2016, pubblicato da Federica Tordi in: Economia Locazioni Primo piano Uffici 

L’Unione Inquilini ha emanato un appello a tutti i cittadini che vivono in locazione perché si rivolgano alle sue sedi per richiedere ai proprietari degli immobili l’adeguamento del canone mensile, che va ridimensionato sulla base dell’indice FOI dell’Istat.

L’indice è quello che misura, a livello nazionale, i prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati e nelle rilevazioni sia di aprile che di maggio 2016 la percentuale è stata in negativo rispetto al 2015, entrambe le volte al -0,4%.

Se l’indice è in positivo i contratti d’affitto, sia a canone concordato sia a canone libero, vanno riadeguati al rialzo e, come sottolineano dall’Unione, la cosa accade con particolare celerità. Ma l’indice impone un riadeguamento anche in negativo, come in questo caso, per cui sono certamente gli inquilini che devono attivarsi perché il loro canone venga ridimensionato. Se il riferimento è di tipo biennale si potrebbe arrivare a una riduzione dello 0,7% dell’affitto.

Su un prezzo di locazione mensile pari a 1.000 euro si tratterebbe di qualche decina di euro, ma si tratta comunque di una cifra che, in tempi come questi, resta importante per le famiglie oggetto dell’indice Istat.

Recandosi presso le sedi dell’Unione Inquilini presenti su tutto il territorio, fanno sapere dall’associazione, sarà possibile calcolare con dei consulenti l’ammontare del riadeguamento del proprio canone e ricevere il modello di lettera da inviare al proprietario dell’immobile oggetto del contratto. In questo modo sarà obbligatorio per il locatario procedere al ridimensionamento fino alla prossima scadenza imposta dalle norme relative a questa disciplina.

 

Adeguare i canoni di locazione in base all'indice FOI5.053
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
3 voti. Media: 5.0/5