Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Affitti turistici: gli stranieri disposti a spendere di più

30 mag 2017, pubblicato da Federica Tordi in: Locazioni Primo piano Turismo e vacanze 

L’estate è ormai alle porte e il mondo degli affitti turistici si prepara a vivere la sua alta stagione, pronto ad accogliere non solo gli italiani che sempre più optano per le soluzioni alternative agli hotel, ma anche chi arriva dall’estero. Analizzando le prenotazioni registrate su CaseVacanza.it, sito leader in Italia per gli affitti turistici e partner di Immobiliare.it, il portale ha delineato le diverse abitudini di viaggio degli ospiti italiani e stranieri che arriveranno nel nostro Paese.

Spese più alte nei periodi meno affollati

La prima importante differenza fra i turisti italiani e quelli stranieri che hanno prenotato una casa vacanza per l’estate è nel budget. Per chi arriva dall’estero la spesa sarà più elevata nei tre mesi estivi: a giugno, per esempio, gli italiani spenderanno mediamente 77 euro a notte per un alloggio, mentre gli stranieri ne metteranno sul piatto 99, con uno scarto del 28%. È luglio il mese in cui la differenza di spesa è più evidente: se i nostri connazionali spenderanno 90 euro a notte in media, gli stranieri pagheranno il 38% in più, con un budget medio di 124 euro a notte. La motivazione principale di questa disparità va ricercata nei viaggi più lunghi che gli stranieri fanno in questo mese e per cui preferiscono case vacanza più confortevoli e quindi costose. I prezzi dell’altissima stagione di agosto appianano, o quasi, le differenze di spesa con un +7% sempre a favore del budget che arriva dall’estero, pari mediamente a 112 euro a notte.

Oltre alla spesa, una delle maggiori differenze nelle abitudini di viaggio è quella relativa alla durata dei soggiorni. Gli italiani si sono fatti più furbi dello scorso anno e hanno allungato la loro vacanza media nel mese di giugno, quando si risparmia oltre il 35% rispetto ad agosto. I nostri connazionali, nella prima parte d’estate passeranno fuori oltre sei giorni, mentre a luglio il viaggio durerà più di nove giorni, contro i cinque medi registrati nel 2016. Gli stranieri, però, sono quelli che faranno le vacanze più lunghe nei primi due mesi d’estate con soggiorni di oltre una settimana a giugno e di oltre undici giorni a luglio. Ad agosto si riduce il tempo di permanenza degli stranieri (nove giorni) mentre si allunga quello degli italiani, che passano mediamente oltre dieci giorni in una casa vacanze.

Le mete delle vacanze

La Puglia si conferma anche per questa estate la regione più ambita dagli italiani: se qui si concentra il maggior numero di prenotazioni, crescono quelle registrate in Sardegna e Toscana, rispettivamente seconda e terza regione più prenotata. Ma la classifica delle mete più richieste cambia a seconda della provenienza del turista. La Toscana è l’area prediletta da tedeschi e inglesi, mentre la Sardegna è in cima alle preferenze dei francesi. Sono questi ultimi, insieme agli inglesi, che portano anche la Sicilia nella top 3 delle regioni più prenotate.

Cosa si cerca in una casa vacanze

Se budget, mete e durata del soggiorno sono condizionati dalla provenienza dei turisti, è evidente come cambino anche le esigenze fra chi si sposta in Italia e chi arriva dall’estero. CaseVacanza.it ha analizzato anche le impostazioni delle ricerche dei suoi utenti, scoprendo come italiani e stranieri facciano un uso diverso dei filtri per gli annunci.

Tra gli italiani il filtro più popolare è quello che consente di trovare le proprietà in cui è possibile portare il proprio animale domestico, seguito da quello per le case con lavatrice e aria condizionata. Gli stranieri, nonostante arrivino nelle regioni con il mare più bello della Penisola, cercano principalmente una piscina all’interno della proprietà che affittano, seguita dall’aria condizionata e dalla disponibilità di una lavatrice.

 

Affitti turistici: gli stranieri disposti a spendere di più5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5