Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Al via il restauro della Torre Eiffel

17 gen 2017, pubblicato da Andrea Polo in: Curiosità Edilizia Expo 2015 Immobili Primo piano Turismo e vacanze Varie 

Una volta ogni 128 anni anche le torri più famose del mondo hanno bisogno di rifarsi il trucco. Ecco quindi che la Torre Eiffel, il simbolo parigino più conosciuto del mondo è pronta per un restauro che durerà ben 15 anni e costerà circa 300 milioni di euro.

A riportare la notizia è il giornale britannico The Guardian che chiarisce in un’intervista all’assessore al turismo parigino Jean-François Martins anche la ripartizione prevista della spesa. Circa la metà della somma stanziata sarà impiegata per azioni di verifica della struttura e di ammodernamento di molte sue parti, inclusi gli ascensori, che ancora oggi sfruttano almeno in parte gli elementi originali della Torre, che fu costruita in occasione dell’Esposizione Universale del 1889. Fra tutte saranno rimodernate e rese (anche economicamente) più efficienti tutte le luci che oggi illuminano non solo il monumento, ma anche il grande prato ai suoi piedi.

La restante metà dei trecento milioni di euro sarà invece impiegata per realizzare opere che migliorino l’esperienza complessiva vissuta dai turisti che scelgono di visitare la Torre Eiffel (circa 7 milioni ogni anno) e che oggi, ad esempio, sono costretti a fare la fila all’aperto sotto qualunque clima; anche in caso di pioggia o neve. Ovviamente un occhio di riguardo verrà messo anche in tutti gli aspetti legati alla sicurezza, tema sempre più importante nel mondo in generale e a Parigi in particolare in virtù dei ripetuti attacchi terroristici avvenuti negli ultimi anni.

Oltre alle ragioni più chiare che sottendono alla decisione presa dall’amministrazione parigina, il calcolo economico ha giocato una parte importante; se è vero che 300 milioni sono una cifra decisamente importante, è altrettanto vero che ogni anno il comune di Parigi spende quasi 14 milioni di euro per mantenere la struttura e procedere alle piccole o grandi riparazioni che si rendono necessarie e che, auspicabilmente, si ridurranno in maniera netta dopo il restauro.

Parigi vorrebbe aggiudicarsi le Olimpiadi del 2024 e l’EXPO del 2025 e, anche in vista di questi impegni, il suo simbolo urbanistico deve essere perfetto.

 

Al via il restauro della Torre Eiffel5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5