Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

ANCE: edilizia ancora in grave crisi

22 dic 2014, pubblicato da Andrea Polo in: Edilizia Primo piano Varie 

Suona ancora il de profundis per il mercato dell’edilizia italiana che, come riportato dallo studio Ance relativo al terzo trimestre 2014 rilanciato negli scorsi giorni dal sito internet IlGhirlandaio, ancora una volta fa registrare numeri pesantemente negativi con investimenti calati nella misura del 4%; dato peggiore del 3,1% registrato nel secondo trimestre del 2014 e del 2,3% del periodo compreso fra il 1 gennaio ed il 31 marzo 2014.

Se si considerano i numeri del settore fin dall’inizio del periodo di crisi, si legge ancora nel rapporto dell’ Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, la riduzione degli investimenti è stata pari a poco meno di un terzo del valore totale (32%), equivalente, in termini economici, a ben 64 miliardi di euro. E se il 2014 è stato un anno nero, anche per il 2015 non si fanno previsioni favorevoli. Secondo quanto stabilito dagli esperti, il decremento previsto, sempre per quanto riguarda gli investimenti nel settore edile, per il 2015 è pari al 2,4%.

A cali di investimenti corrispondono, inevitabilmente, anche pesanti riduzioni del numero degli occupati. Concentrandosi solo ai dati del terzo trimestre del 2014, sono spariti nel baratro della crisi economica 60.000 posti di lavoro che, sommati a tutti quelli persi dall’inizio della crisi, arrivano addirittura ad 800.000 lavoratori edili che non hanno più un’occupazione e poco meno di sedici mila sono invece le imprese che hanno dichiarato il fallimento.

De facto il settore dell’edilizia è l’unico comparto produttivo del nostro Paese che fa ancora segnare una contrazione pesante e che, come detto, non prevede di invertire la tendenza nemmeno nei prossimi dodici mesi. Una luce di speranza, però, c’è. L’unico comparto edile che è tornato in attivo è quello delle ristrutturazioni delle unità abitative. Fin troppo semplice capire come i riconfermati sgravi fiscali abbiano la responsabilità di questo segno più.

ANCE: edilizia ancora in grave crisi4.854
1 Commento
VN:F [1.8.6_1065]
4 voti. Media: 4.8/5