Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Ance: un disastro aumentare i valori catastali

8 ott 2015, pubblicato da Andrea Polo in: Associazioni Mercato immobiliare Primo piano Varie 

L’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili entra a gamba tesa sulla discussione che va avanti ormai da anni circa la revisione dei valori catastali italiani. Secondo l’Ance una revisione che si traduca in una rivalutazione verso l’alto delle rendite si tradurrebbe in un vero e proprio sfacelo per il mercato.

Aumentare i valori catastali in modo incontrollato, sostiene l’associazione, non potrebbe che equivalere ad un altrettanto incontrollato aumento della pressione fiscale e tutto ciò avrebbe deli effetti devastanti.

È assolutamente indispensabile che venga applicato il principio dell’invarianza di gettito o il mercato immobiliare sprofonderebbe nuovamente nella crisi da cui, faticosamente, sta provando a rialzarsi dopo anni che verranno a lungo ricordati come i più difficili mai vissuti in epoche recenti.

Il peso fiscale sugli immobili, hanno continuato i rappresentanti dell’ Ance durante l’audizione di cui sono stati protagonisti in Commissione Finanze della Camera, deve tornare a livelli accettabili per i contribuenti ed il suddetto principio dell’invarianza di gettito dovrà essere applicato tanto agli edifici di muova costruzione quanto a quelli già esistenti. Per fate questo si dovrà necessariamente procedere ad un abbassamento delle aliquote di imposta che dovranno essere allineate ai reali valori di mercato degli immobili.

L’Italia, secondo quanto calcolato dall’ OCSE e riferito Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, è terza in Europa per il prelievo fiscale legato agli immobili. Nel nostro Paese, contro una media comunitaria pari all’1,1%, le imposte pesano per una somma vicina all’ 1,5% del Prodotto Interno Lordo. Questo valore è inferiore solo a quello francese (2,5%) e del Regno Unito (3,2%).

 

 

 

 

Ance: un disastro aumentare i valori catastali3.459
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
9 voti. Media: 3.4/5