Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Attività commerciali in vendita: palestre e ristoranti sempre più richiesti

23 giu 2017, pubblicato da Federica Tordi in: Consumi Economia Immobili commerciali Primo piano 

L’ultimo decennio, soprattutto a causa della crisi economica, ha portato grandi cambiamenti su molti fronti, compreso quello delle attività commerciali, il cui panorama in Italia è stato completamente ridisegnato. I piccoli esercizi hanno sofferto la concorrenza della grande distribuzione e alcuni di loro si sono praticamente estinti. Immobiliare.it ha deciso di fare il punto sul mercato delle licenze, scoprendo dall’analisi degli annunci pubblicati sul sito quali sono le più richieste e quali quelle in maggiore sofferenza, che vengono quindi svendute dai loro proprietari.

La prima evidenza riguarda il comparto del cibo, trend ormai affermatissimo grazie al grande impatto mediatico di chef superstar e food blogger: la domanda di ristoranti, nell’ultimo anno, è cresciuta del 7,5%, l’offerta risulta in calo del 3,5% e i prezzi sono aumentati del 2,5%, tutti segni che contraddistinguono un comparto in ottima salute. La riscoperta dell’artigianalità legata al cibo sta consentendo anche a pasticcerie e gelaterie, seppur in misura minore, di incrementare la domanda fino al 5% in un anno.

Se è vero che gli italiani sono un popolo di food lovers, è altrettanto vero che non dimenticano la cura del corpo e delle loro forma fisica: non a caso anche la domanda per l’acquisto e l’avvio di attività di palestre, centri estetici e solarium è cresciuta mediamente del 2% nell’ultimo anno e ha fatto ancora meglio quella per i negozi da parrucchiere (+5%).

Hanno perso interesse i centri scommesse, probabilmente schiacciati dalla concorrenza del web: dopo il boom vissuto negli scorsi anni, oggi la domanda è crollata dell’8% e chi ha queste attività cerca evidentemente di venderle, considerato l’aumento dell’offerta del 6%.

Soffrono anche la carta stampata, con edicole, cartolerie e librerie sempre meno ricercate, i negozi di abbigliamento, soprattutto nel caso delle piccole attività, e ferramenta e casalinghi, schiacciati dalle grandi catene del fai-da-te.

Vanno, al contrario, molto bene i negozi di telefonia: grazie al supporto del brand a cui ci si affilia si tratta di attività semplici da avviare e accessibili. Per questo l’offerta nell’ultimo anno è cresciuta del 4% a fronte di una domanda che ha fatto meglio, salendo del 7,5%.

 

 

 

Attività commerciali in vendita: palestre e ristoranti sempre più richiesti5.052
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
2 voti. Media: 5.0/5