Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Aumenta il costo dei certificati di prestazione energetica

3 mar 2017, pubblicato da Federica Tordi in: Ambiente Casa ecologica Primo piano 

Una sensibilità crescente verso i temi del rispetto ambientale, leggi sempre più orientate a facilitare la strada verso un’Italia green e la grande attenzione al risparmio energetico hanno cambiato il mondo della casa, introducendo molteplici novità, soprattutto negli ultimi anni. In parallelo i prezzi dei controlli e dei certificati obbligatori per gli immobili sono aumentati, come nel caso di quelli del certificato Ape, che attesta la prestazione energetica delle abitazioni e degli edifici.

Il portale ProntoPro.it ha condotto un’analisi sui costi di questi documenti, scoprendo che nel 2016 la spesa per ottenerli è aumentata del 17% rispetto al 2015, arrivando alla cifra media di 145 euro. Lo studio ha preso in esame un bilocale tipo da 79 metri quadrati e ha confrontato i preventivi dei professionisti nelle principali città italiane.

Tutto il podio dei costi più elevati è occupato da località del Nord: prima è Trento, dove si spendono mediamente 200 euro, seguita da Trieste e Aosta con una spesa media pari rispettivamente a 170 e 165 euro. La città di Milano è in linea con i costi del mercato e i cittadini del capoluogo lombardo spendono poco più della media nazionale, ossia 160 euro. Le località più economiche per la certificazione Ape sono Potenza, Napoli e Campobasso, con una spesa media pari rispettivamente a 100, 115 e 120 euro.

Come hanno sottolineato dal portale che ha realizzato lo studio, sono sempre di più i professionisti e le aziende che offrono questo tipo di servizio. Eppure l’aumento della concorrenza non ha coinciso con un calo dei prezzi, segno che non si sta giocando al ribasso, con il rischio di intaccare la qualità e l’attendibilità di questi documenti così importanti.

 

Aumenta il costo dei certificati di prestazione energetica5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5