Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Aumentano i negozi in vendita, con prezzi in calo fino al 20%

Porre sotto la lente il mercato immobiliare non residenziale implica, necessariamente, il dover fare i conti con la crisi dei negozi di prossimità, che dopo essere progressivamente ormai svaniti dai quartieri delle nostre città, ora vengono messi in vendita, facendo aumentare l’offerta di immobili commerciali in vendita. Vediamo insieme le maggiori evidenze emerse dall’ultima rilevazione dell’Ufficio Studi di Immobiliare.it.

Offerta in crescita, prezzi in calo

La crisi dei negozi non è certo una novità: da tempo stiamo assistendo alla radicale trasformazione del modo stesso in cui facciamo i nostri acquisti, anche per colpa della crisi economica, che ci ha costretto a rivedere le modalità (e soprattutto gli importi) con cui facciamo shopping. Se l’e-commerce e la dematerializzazione dei modi in cui accediamo alla cultura (musica, film e libri sono ormai veicolati “virtualmente”) ha spazzato via interi settori del commercio, dall’altro la creazione di imponenti cattedrali dello shopping (centri commerciali ed ipermercati) ha reso più aspro il terreno per le piccole attività di retail, con conseguenze che si ripercuotono sul mondo del mattone.

Il bisogno di risparmiare tempo e soldi ha portato i consumatori italiani a un’ottimizzazione della scelta dei canali distributivi presso cui acquistare: il negozio di quartiere rimane un punto di riferimento per piccoli e mirati acquisti, soprattutto in momenti in cui non si ha molto tempo,  mentre il centro commerciale è diventato la destinazione principale per cercare promozioni  e offerte. Da qui la chiusura di botteghe e piccoli spazi, che finiscono inevitabilmente in vendita.

Secondo l’Ufficio Studi di Immobiliare.it negli ultimi due anni l’offerta di spazi commerciali in vendita nelle nostre città italiane è cresciuta fino all’8% in alcuni centri del Paese; di contro, i prezzi di vendita hanno seguito la direzione inversa, con un calo che ha superato addirittura il 20% in città come Torino e Bologna.

In crisi anche le vie dello shopping

La novità più interessante che emerge dallo studio è che, per la prima volta negli ultimi dieci anni, questo aumento dell’offerta di negozi in vendita ha riguardato anche le grandi e celebri vie dello shopping. Se isoliamo solo le vie commerciali delle città capoluogo nell’ultimo anno il calo dei prezzi di vendita è pari al 4,3%; una diminuzione, questa, più contenuta rispetto a quella che ha interessato i canoni di locazione, scesi dell’8,6%.

Focalizzando la ricerca solo sulle grandi città la situazione migliora leggermente: qui i prezzi al metro quadro per la vendita di un negozio sono scesi solo del 3,7% in un anno, mentre i canoni di affitto per spazi commerciali sono scesi del 7,6%.

Cosa accade nelle grandi città

Non tutte le grandi città italiane stanno reagendo allo stesso modo nel corso di questa vera e propria evoluzione del mercato del commercio al dettaglio: la situazione più

significativa è senza dubbio quella di Milano, poiché addirittura il 50% dei negozi in vendita si trova nel centro storico della città; discorso diverso a Roma, città strutturalmente caratterizzata da una maggior tenuta dei meccanismi e delle routine della vita di quartiere: qui soltanto il 26% degli annunci riguarda immobili centrali.

Bologna e Torino sono le città che hanno registrato la crescita maggiore dell’offerta di negozi in vendita, rispettivamente con un +4,4% e un +4,7% in un anno. Questi capoluoghi sono, al contempo, le città in cui i prezzi sono calati maggiormente, con un calo medio dell’8,5%.

Per ciò che concerne le locazioni, la città che ha contenuto maggiormente il calo dei prezzi è stata Venezia (-1,4%), anche grazie ad una minore disponibilità di spazi rispetto ad altri centri. In termini di offerta, invece, l’aumento del numero di negozi proposti in locazione nelle retail street ha raggiunto spesso la doppia cifra: pensiamo a Torino, dove si registra il +12,6% di annunci rispetto ad un anno fa.

Aumentano i negozi in vendita, con prezzi in calo fino al 20%4.753
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
3 voti. Media: 4.7/5