Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Bonus energia. Utili, ma sconosciuti

25 ott 2016, pubblicato da Andrea Polo in: Altro Ambiente Consumi Economia Famiglia Primo piano Varie 

I primi esistono dal 2007, altri sono arrivati nel 2009. Potrebbero consentire a quasi tre milioni di individui un risparmio pari al 20% sui consumi elettrici e del 15% su quelli legati al gas eppure…quasi nessuno li ha richiesti e il problema principale risiede nel fatto che, sfortunatamente, pochissimi cittadini li conoscano.

Stiamo parlando dei bonus che, introdotti legalmente ormai quasi dieci anni fa, spetterebbero a diverse categorie di cittadini come chi ha un reddito familiare molto basso o, anche, chi necessità dell’utilizzo di materiali elettrici definibili come Salvavita.

Gli sconti, come detto pari al 20% o al 15% a seconda chesi consideri l’energia elettrica o la fornitura del gas, possono essere applicati tanto su contratti fatti in regime tutelato quanto su quelli siglati con la formula del mercato libero.

Chi ha diritto a ricevere questi sconti, però, pare non saperlo e dei circa tre milioni di cittadini con le caratteristiche di eleggibilità, solo il 34% nel caso dell’energia elettrica e addirittura appena il 27% in quello delle forniture di gas ne ha fatto richiesta.

Nel primo anno di esistenza, i bonus sono stati ottenuti da quasi due milioni di persone, cifra diminuita drasticamente in quelli successivi. Un interessantissimo articolo apparso su Kataweb Consumi a firma di Silvia Pasqualotto chiarisce nuovamente quali siano i parametri necessari per beneficiare del bonus, sperando che questo possa aiutare a diffondere l’adesione a questo beneficio importante.

Fino ad oggi, si legge ancora nell’articolo, ad avere richiesto ed ottenuto l’applicazione degli sconto sono stati principalmente gli appartenenti a nuclei familiari molto ampi, residenti al Sud, in cui uno solo dei genitori era percettore di reddito.

Bonus energia. Utili, ma sconosciuti5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5