Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Casa Bianca: nuovo inquilino, nuovi arredi

20 gen 2017, pubblicato da Andrea Polo in: America Curiosità Primo piano Varie 

Dopo i fiumi di inchiostro versati e di parole spese a commento della sua elezione a quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti, oggi il forse ex Tycoon Donld Trump si insedierà ufficialmente in quello che, tra gli altri, fu il posto di Abramo Lincoln, George Washington, John Fizgerald Kennedy e, più recentemente, George Bush, Bill Clinton (nella cui corsa alla presidenza Trump ha sconfitto la favoritissima consorte Hillary) e, soprattutto, Barack Obama.

Un po’ per tradizione e un po’ per dare un segno concreto del proprio arrivo, ogni Presidente eletto è solito apportare alcuni cambiamenti negli arredi della Casa Bianca anche se, fra l’uno e l’altro, le differenze sono state notevoli. C’è chi ha sostituito buona parte degli arredi, chi – come Bill Clinton che chiese di avere la scrivania che fu di JFK – cerca simboli di continuità con gloriosi passati o semplicemente emozioni anche personali e chi, come l’ultimo inquilino di Capitol Hill Barack Obama, decide di applicare a se stesso per primo le misure che chiede agli altri americani e, con grande attenzione alle spese, sostituisce solo un vaso di fiori come gesto simbolico.

Difficile immaginare che anche Trump scelga solo di spostare un vaso e, anzi, già trapelano le prime indiscrezioni riguardo alle richieste di arredo fatte (o pretese) dal neo Presidente. Il taglio con la precedente amministrazione è netto e tale deve esserlo, forse avrà pensato, anche simbolicamente con la famiglia Obama.

I Trump hanno già ottenuto che venissero sostituiti tutti i materassi delle camere da letto e le tende che oggi schermano le finestre della Casa Bianca; non troppo tempo fa, a metà fra il serio ed il faceto, la neo First Lady Melania aveva sancito la morte dell’orto voluto da Michelle Obama per educare alla cultura del cibo sano a favore di un campo da mini golf, sport amato dal marito Donald.

Gli americani ora tremano alla sola idea di veder trasformata anche la residenza ufficiale del Presidente degli Stati Uniti in un tripudio di broccati e decorazioni dorate come l’appartamento di New York in cui, ancora per un po’, continuerà comunque a vivere la nuova first family americana.

Casa Bianca: nuovo inquilino, nuovi arredi5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5