Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Centri commerciali, 300mila metri quadrati di nuovo sviluppo

19 dic 2016, pubblicato da Vittoria Giannuzzi in: Consumi Immobili commerciali Nuove Costruzioni Primo piano Varie 

Se il Codacons, negli scorsi giorni, ha segnalato il forte aumento delle presenze dei consumatori presso i centri commerciali di tutte le città italiane basta avere un occhio attento per rendersi conto che questi luoghi, crisi o non crisi, continuano a rivestire nel nostro Paese.  Ma non solo per la tenuta del sistema della distribuzione al dettaglio: i centri commerciali sono un punto di riferimento nel mondo dell’occupazione, oltre che un volano di crescita economica per l’Italia.

Se però solo dieci anni fa sembravano una perfetta macchina da guerra adesso il boom dell’ecommerce e le mutate abitudini degli italiani – che usano con sempre maggiore dimestichezza il web anche per fare acquisti – hanno trasformato rapidamente il sistema dei centri commerciali, tanto da spingere il Consiglio nazionale dei centri commerciali (Cncc) a chiedere maggior tutela e, soprattutto, “una nuova sensibilità da parte della politica”.

In occasione del Christmas meeting, tradizionale appuntamento del settore si è potuto fare il punto sullo stato dell’arte. Innanzitutto, le buone notizie: nel 2016 ci sono stati 300mila metri quadri di sviluppo di nuovi centri commerciali, con un investimento per ognuno compreso tra i 100 e i 200mila euro per la realizzazione di ognuno di loro. Questo si è tradotto in un aumento dell’occupazione, con almeno un migliaio di assunzioni per ogni centro andate ad incrementare ulteriormente la compagine degli occupati nel settore, che ammonta circa a 365mila dipendenti.

La sfida del 2017? Rivoluzionare l’idea dei centri commerciali siti nei “non luoghi” e portarli all’interno delle città, riavvicinando gli shopping center alla vita quotidiana delle persone, magari rilanciando aree degradate o poco servite degli spazi urbani. A questo proposito, il presidente dell’associazione dei centri commerciali ha dichiarato di essere in contatto con l’Agenzia del Demanio, con l’obiettivo di studiare interventi sui beni immobili che lo Stato ha intenzione di dismettere o di valorizzare, come le caserme.

 

Centri commerciali, 300mila metri quadrati di nuovo sviluppo5.054
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
4 voti. Media: 5.0/5