Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Google compra alloggi modulari per i dipendenti

20 giu 2017, pubblicato da Federica Tordi in: America Curiosità Locazioni Primo piano Territorio 

Dalla fine del 2009, con il boom dei giganti high tech della zona, i costi degli affitti a San Francisco e nella Silicon Valley sono praticamente raddoppiati, segnando un aumento del 98%. Questo si è trasformato in un grande problema per le aziende con sede nell’area, a causa di prezzi ormai insostenibili per gli alloggi da parte dei loro dipendenti.

Ogni azienda, così, cerca una soluzione e in questi giorni si sta parlando molto di quella trovata da Google: stando a quanto riporta il Wall Street Journal in quel di Mountain View si sta preparando un investimento di circa 30 milioni di dollari da destinare a 300 appartamenti. L’azienda li acquisterebbe da Factory Os, una startup nata per la costruzione di case modulari, che Big G ha intenzione di utilizzare come alloggi a breve termine per i suoi impiegati.

Una somma così importante è giustificata, come dicono i vertici della divisione design e costruzioni di Google, anche dalla volontà di crescere e investire nella produzione efficiente di case, con l’obiettivo di portare i canoni della Silicon Valley a scendere tra il 20 e il 50%.

Se questo è quanto sta portando avanti Google, l’altro gigante della zona, Facebook, ha optato per la costruzione di 1.500 appartamenti a Menlo Park: qui potranno vivere dipendenti e non solo. Per il 15% di questi alloggi l’intenzione è quella di cederli in locazione a prezzi accessibili. Obiettivo comune: combattere il caro affitti. In tempi non troppo lunghi si scoprirà quale delle due soluzioni sia stata più efficace.

 

Google compra alloggi modulari per i dipendenti5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5