Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Investimenti immobiliari, +12,6% in Italia

La vittoria del No all’ultimo referendum costituzionale non ha inciso particolarmente sulla volontà di effettuare investimenti immobiliari nel nostro Paese. Addirittura, secondo la società di consulenza Cbre Italia, il 2016 è stato l’anno in cui è stato registrato il più alto volume di investimenti dal 2008 (vale a dire da prima della crisi economica). L’ultimo trimestre dell’anno appena concluso, poi, rappresenta un momento da record, 3,8 i miliardi di euro investiti nei 3 mesi appena passati.

Nel 2016 gli investimenti immobiliari in Italia sono cresciuti del 12,6% in un anno, la spesa complessiva è ammontata a 9,1 miliardi di euro. Meno buono il dato a livello europeo: il volume delle transazioni degli ultimi 12 mesi è sceso del 10% ed è stato pari a 250 miliardi di euro.

Tra le informazioni divulgate dalla società di consulenza scopriamo anche che è tornata ad aumentare la percentuale di capitale domestico sul totale degli investimenti: se nel 2015 era pari al 25%, nel 2016 è arrivata al 37% del volume totale annuo. Se consideriamo solo l’ultimo trimestre, inoltre, scopriamo che questa percentuale è salita al 40% e che i capitali investiti provenienti dall’estero hanno rappresentato il 56% degli investimenti totali: sono stati 2,1 miliardi di euro (+6% rispetto ad un anno fa).

Ma dove si investe? Considerando gli ultimi tre mesi, è il settore uffici a beneficiare di questa rinnovata attenzione per il mattone italiano: 1,6 i miliardi di euro messi nel comparto (43% del totale, +26% rispetto al 2015). Bene anche il retail (1 miliardo, 29% del totale investito), che sarà il comparto su cui, stando alle previsioni, si concentrerà l’attenzione degli investitori per il 2017: Milano e Roma, neanche a dirlo, saranno i maggiori traini.

 

0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
0 voti. Media: 0.0/5