Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Lusso: il mercato è nelle sabbie mobili

10 ott 2013, pubblicato da Andrea Polo in: Acquisto, vendita, affitto Consumi Economia Immobili Mercato immobiliare Primo piano Varie 

In questi giorni il mercato immobiliare del lusso è al centro della scena politica italiana; in attesa di capire definitivamente se le prime case di questo segmento saranno o meno soggette al pagamento dell’IMU, Nomisma e Tirelli&Partners hanno presentato i dati del loro periodico osservatorio sugli immobili di pregio.

A livello generale, si legge nella nota che ha accompagnato lo studio, il mercato delle residenze esclusive nel secondo semestre dell’anno in corso è stato inghiottito dalle sabbie mobili del nostro Paese, incapace, almeno fino ad ora, di far fronte ai moltissimi cambiamenti che si stanno attraversando.

Scorrendo i numeri dell’indagine e concentrandosi sul mercato di Milano, se da un lato l’offerta disponibile continua ad essere molto ampia e variegata, a fare difetto è la qualità degli immobili di pregio che vengono proposti in vendia o in affitto; spesso vecchi e con impianti e dotazioni decisamente non al passo con i tempi, non riescono ad incontrare la domanda, comunque presente, ma sempre più esigente e che da un immobile di lusso si aspetta non solo luminosità, silenzio e spazi verdi, ma anche domotica e efficienza energetica.

Per tutti questi motivi i tempi necessari a concludere una transazione, tanto di vendita quanto di affitto, continuano ad allungarsi arrivando rispettivamente a 15,4 mesi per la vendita e 9,7 mesi per l’affitto. Non trascurabili, secondo quanto si legge nell’analisi, anche le difficoltà generate da aspettative dei proprietari non in linea con la realtà; anche per questo, oggi, si vendono meno di tre case su cento disponibili.

Per rimanere sempre informato sul settore immobiliare, seguici su Facebook, Twitter e Google Plus

Lusso: il mercato è nelle sabbie mobili4.957
2 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
7 voti. Media: 4.9/5
  • News Immobiliare.it – ORE: andamento del mercato immobiliare del lusso

    [...] Come vi avevamo anticipato, per la compravendita, il trend che si è osservato in generale in entrambi i segmenti di mercato è quello di un crescere della domanda a cui corrisponde un calo dell’offerta. Questo si riscontra in tutto il Paese e, per quanto riguarda i prezzi, siamo davanti al secondo calo più significativo dall’inizio della crisi. Nonostante i prezzi mediamente più bassi, è aumentata invece la percentuale di sconto che viene applicata nelle trattative e che  dal 12% è passata al 14,8%, sfiorando il 20% in unità periferiche. A Milano, per esempio, per una compravendita di immobili di pregio si è registrata una media di sconto dell’11,9%, vuol dire più del doppio rispetto al 2010. In parallelo è cresciuto l’arco temporale entro cui si conclude un affare e oggi ammonta a sette mesi e mezzo. [...]