Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Nuovo fondo inglese per salvare il mattone

5 set 2016, pubblicato da Federica Tordi in: Casa all'estero Economia Mercato immobiliare Nuove Costruzioni Primo piano 

Nonostante non si abbiano ancora dati esaustivi sugli effetti reali della Brexit, il Governo sembra voler fare il possibile per tamponare eventuali conseguenze negative che l’uscita dall’Unione Europea potrebbe avere sul settore immobiliare della Gran Bretagna. Stando a quanto scritto sul quotidiano Sunday Telegraph, che cita fonti governative, pare che sia in programma lo stanziamento di un fondo da 3 miliardi di sterline – vale a dire 3,58 miliardi di euro – da destinare a progetti residenziali e infrastrutture.

Se così fosse vuol dire che il Governo di Sua Maestà è pronto a mettere sul piatto un importante budget per rattoppare eventuali buchi o perdite nel mondo del mattone. Il nuovo fondo si inserirebbe, sostengono dal giornale, all’interno di un programma di sostegno dell’immobiliare che esiste già e comprende 525 milioni di sterline destinati ai costruttori e un’altra tranche da un miliardo per le infrastrutture. La novità principale di questo fondo sarebbe quella di iniettare soldi (e fiducia) anche nel settore residenziale. A essere privilegiati, si dice, saranno gli interventi di dimensioni medie e piccole, destinate perciò ai cittadini pronti ad accendere un mutuo per comprare una casa non di lusso. In questo modo sarebbe legittimo pensare di far partire un circolo virtuoso che, oltre al mattone, consentirebbe anche agli istituti di credito di evitare il rischio collasso. Ad avvalorare questa tesi arriva il secondo obiettivo attribuito al nuovo fondo, ossia quello di snellire tutte le pratiche burocratiche legate al mondo immobiliare e quindi rivolte sia ai professionisti del settore sia ai cittadini.

 

Nuovo fondo inglese per salvare il mattone5.052
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
2 voti. Media: 5.0/5