Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Si torna a investire nel mattone…estero

19 set 2014, pubblicato da Andrea Polo in: Acquisto, vendita, affitto Casa all'estero Primo piano Varie 

Anche se in Italia si fa decisamente fatica a capire che questo è vero, i numeri di diverse fonti concordano nel dire che il mercato immobiliare, sia pure molto lentamente, si sta riprendendo.

Di certo è un buon momento per comprare la prima casa, meno forse per acquistarne una da mettere a reddito, come detto, però questo è un discorso valido soprattutto nella nostra nazione. In altre, come dimostrato da un recentissimo studio condotto dall’Istituto di credito Credit Suisse e rilanciato da un pezzo di MonitorImmobiliare a firma di Cristina Giua, il discorso è diverso.

Nell’indagine, che ha focalizzato la sua attenzione non solo sull’Europa, ma anche sul Nord America e l’Asia, è emerso come ancora una volta ad attirare il maggior numero di investimenti e di investitori sia il Regno Unito, dato probabilmente destinato a crescere visto l’esito del referendum con cui gli scozzesi hanno ribadito ancora una volta di non volersi chiamare fuori dalla nazione guidata dalla regina Elisabetta II e, soprattutto, pur ribadendo la necessità di avere maggiore voce in capitolo sulle sorti del Paese, hanno evitato i grossi scossoni che l’economia della loro area avrebbe dovuto subire.

Credit Suisse ha indagato il sentiment circa gli investimenti immobiliari non solo a medio termine, vale a dire sui sei mesi, ma anche sull’anno. Sia per il settore residenziale sia per quello commerciale il dato è positivo, così come per gl investimenti in Germania e negli Stati Uniti. Gli investitori sospendono il giudizio sull’Italia che è categorizzata fra i paesi per i quali non si ha nè una propensione all’acquisto nè al disinvestimento, ed è già qualcosa. Da notare il rinnovato interesse per l’immobiliare spagnolo e quello giapponese.

Si torna a investire nel mattone...estero5.054
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
4 voti. Media: 5.0/5