Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Sono ancora più di 90.000 le case nuove invendute

21 gen 2016, pubblicato da Andrea Polo in: Acquisto, vendita, affitto Crisi Economica Edilizia Mercato immobiliare Primo piano Varie 

In Italia ci sono ancora 90.500 immobili civili già ultimati, ma non ancora venduti. Questo è il dato nudo e crudo riportato sul sito de il Sole24Ore in un articolo a firma di Paola Dezza ed in commento dei dati di Scenari Immobiliari.

Partendo da quello comincia poi il valzer delle interpretazioni; si tratta di un elemento positivo o no? In realtà è l’una e l’altra cosa. Senza alcun dubbio il fatto che, non considerando gli immobili ancora in costruzione, ci siano sul mercato così tante case nuove in attesa di proprietario è un fatto negativo, ma se si considera che nel 2014 l’invenduto nel settore degli immobili di nuova costruzione era pari a 118.400 unità che diventavano addirittura 150.000 nel 2012 non si può che vedere il bicchiere mezzo pieno e apprezzare la riduzione consistente.

Per chi guarda al bicchiere mezzo vuoto, però, non si può certo tacere che a contribuire a questa situazione sono, oltre alla ripresa delle vendite, anche e soprattutto la lunga scia della crisi economica, il vero e proprio crollo registrato nell’ambito delle concessioni a costruire e, ultimo ma non meno importante, il fallimento di molti operatori del settore edile.

Fra le cinque nazioni maggiori dell’ Unione Europea, l’Italia segna il secondo maggior calo nelle costruzioni che solo in Spagna hanno subito una riduzione più marcata. In Italia l’asticella si è fermata al -23%, mentre in Spagna è arrivata al -29,2%.  In UK ed in Germania, sempre nel biennio considerato, il calo è stato decisamente più contenuto e per entrambe le nazioni il calo si è assestato attorno all’11.

 

 

Sono ancora più di 90.000 le case nuove invendute2.9528
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
28 voti. Media: 2.9/5