Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Articoli nella Categoria: Spese

Le case dei vip: luoghi, curiosità e costi Le foto di queste case meravigliose riempiono le riviste ed anche i sogni delle persone normali. Hanno una quantità incredibile di stanze e ogni genere di lusso, sono le ville dei vip: non solo a Hollywood ma anche da noi, nel Chianti o a Venezia. continua Continua>>
4 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
5 voti. Media: 4.0/5
Consulenza gratuita dei notai per chi compra casa in Lombardia Il Consiglio Notarile di Milano, insieme ai notai di altre importanti città lombarde, offre la possibilità di prenotare un appuntamento di mezzora per avere informazioni e chiarimenti per chi vuole comprare casa in Lombardia. continua Continua>>
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
3 voti. Media: 4.3/5
Fotovoltaico: nuovi tagli agli incentivi Fumata nera al tavolo Governo Regioni per il fotovoltaico. Nuovi tagli agli incentivi nel DL sul quarto conto energia. Le Regioni lo bocciano, i comuni lo applaudono continua Continua>>
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
3 voti. Media: 4.0/5
Se dovete chiedere un mutuo o un prestito per ristrutturare casa, il web può essere la soluzione Grazie ai comparatori online è possibile risparmiare centinaia di euro quando si è alle prese con la scelta del mutuo o di un prestito per ristrutturare casa. Da pochi giorni è online Facile.it un comparatore orizzontale che permette di scegliere la migliore offerta in pochi secondi. continua Continua>>
1 Commento
VN:F [1.8.6_1065]
5 voti. Media: 3.4/5
24 gen 2011, pubblicato da Redazione in: Curiosità Spese 
tasse odiate In base a una ricerca condotta da Censis e commercialisti sul rapporto degli italiani con il fisco emerge che al primo posto nella top ten delle tasse più odiate dagli italiani ci sono canone Rai e bollo auto. Su un campione rappresentativo composta da mille contribuenti ben il 47,3 per cento ha indicato il canone Rai come tassa più indigesta, distanziata, di circa trenta punti, dal bollo auto mal gradito dal 14,5 per cento degli intervistati. Al terzo posto si posiziona l'Imposta comunale sugli immobili (Ici) che riscuote una percentuale di disappunto pari al 12,7 per cento, seguita dalla tassa sulla nettezza urbana odiata dal 12,1 per cento degli intervistati e dall'Irpef che riscuote una percentuale di “disprezzo” pari all'11,6 per cento. In linea generale il fisco italiano è percepito dai contribuenti ingiusto (36,2 per cento) inefficiente (25,5 per cento) ed esoso (23,7), aggettivi negativi contrastati da un debole efficiente (9,9 per cento ) e un ancor più lieve solidale (4,7 per cento). Il male maggiore (44,4 per cento degli intervistati,) è per gli italiani, l'evasione fiscale. La sensazione diffusa, è che nonostante l’incremento degli accertamenti , aumentino sempre di più quelli che riescono a farla franca. continua Continua>>
4 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
0 voti. Media: 0.0/5
12 nov 2010, pubblicato da Redazione in: Ambiente Curiosità Famiglia Spese Territorio Turismo e vacanze 
agriturismo-toscana Per voglia, moda o necessità aumenta, in Italia, la percentuale di italiani, che, per le vacanze, preferiscono l'agriturismo. I dati, positivi nonostante il periodo di crisi che affligge inevitabilmente anche il settore turistico, emergono da Radiografia del turista Rurale 2010 studio condotto dal portale specializzato Toprural su dati Eurosat. Gli amanti dell'agriturismo, secondo il rapporto, alloggiano in agriturismo in media 2,4 volte nel corso dell'anno. Il 77 per cento di chi va in agriturismo cerca la destinazione tramite il web, il 43 per cento segue la raccomandazione di amici o familiari e il 18 per cento sceglie grazie agli annunci. Le regioni preferite dai “turisti rurali” sono la Toscana, la Sicilia e la Puglia. continua Continua>>
3 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
0 voti. Media: 0.0/5
11 nov 2010, pubblicato da Redazione in: Acquisto, vendita, affitto Agenzie Famiglia Locazioni Spese 
affitti In base al rapporto 2010 Nomisma-Solo Affitti nel nostro Paese sono 4,7 milioni le famiglie che vivono in affitto, la maggior parte di esse è composta da persone con reddito medio basso al di sotto dei 35 anni di età, giovani coppie, e famiglie in cui è presente un solo genitore. Tra i motivi che spingono a scegliere la casa in affitto ci sono, in primis, il fattore economico e la possibilità di cambiare soluzione abitativa più facilmente. In linea generale, emerge dal rapporto, le soluzioni di affitto sono maggiormente presenti nelle grandi città e nelle regioni del Nord Italia. Il canone medio mensile nel nostro Paese (esclusa Roma) è di 526 euro per una casa di 80 metri quadri nei comuni capoluoghi di provincia e di 306 euro negli altri comuni. Il Centro Italia (con la Toscana in particolare e la Capitale che fa testo a sé) è l'area dove il canone medio è più alto. In linea generale la gran parte delle famiglie in affitto (il 60 per cento) spende tra i 250 e i 700 euro di per l'affitto. Nella ricerca della casa gli italiani preferiscono maggiormente (premio del 10 per cento) i tagli piccoli, già arredati, situati in zone semi centrali non lontani da fermate di trasporto pubblico e possibilmente dotati di posto auto. continua Continua>>
3 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 3.0/5
7 ott 2010, pubblicato da Redazione in: Acquisto, vendita, affitto Comprare immobile Legislazione Mutui Primo piano Spese 
surroga mutui In base agli ultimi dati resi noti da Mutui.it da gennaio ad oggi la richiesta di surroghe in Italia ha registrato un più 3 per cento e rappresenta ad oggi il 18 per cento dei flussi. La surroga, ricordiamo, è stata introdotta con Decreto Bersani nel 2007 e permette di trasferire il mutuo contratto con una banca ad un altro Istituto di credito che offre condizioni migliori senza costi aggiuntivi. Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia e le Marche, sono in base ai dati elaborati da Mutui.it le regioni in cui si è ricorso più spesso alla surroga (rispettivamente 31,04, 29,25 e 22,55 per cento), mentre Calabria e Basilicata con il 10 per cento sono le regioni “fanalino di coda”. Tra i professionisti è curioso notare che il maggior numero di richieste di surroga del mutuo sia giunto dagli appartenenti alle Forze Armate (27 per cento) gli imprenditori (20,49 per cento) e gli operai (20,13 per cento). La grande richiesta di surroga da parte degli utenti- afferma Alberto Genovese di Mutui.it- è un segnale importante e per questo abbiamo creato su Mutui.it una sezione dedicata a surroghe e sostituzioni che permette di orientarsi in maniera semplice fra le proposte degli Istituti di Credito. In pochi giorni le richieste giunte sono state migliaia”. continua Continua>>
3 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
5 voti. Media: 4.2/5
4 ott 2010, pubblicato da Redazione in: Ambiente Casalinghe Consumi Curiosità Economia Spese 
coldiretti I dati forniti da Coldiretti denunciano uno spreco quotidiano che si consuma nelle nostre case. Pasta, pane, affettati, verdura, latticini e verdura vengono buttati nella pattumiera ogni giorno per un valore di 37 miliardi di euro all'anno. Il 3 per cento del Pil italiano, e tanto quanto basterebbe a sfamare una popolazione di 44 milioni di persone. Da simili dati, affermano da Coldiretti (e il buon senso lo conferma ) è facile dedurre come una gestione più responsabile delle risorse alimentari porterebbe dei vantaggi sia in termini economici (soldi risparmiati) che in termini ambientali: buttare di meno significa anche produrre meno rifiuti “il cui smaltimento rappresenta oggi uno dei principali problemi delle economie sviluppate”. continua Continua>>
5 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
4 voti. Media: 2.0/5
29 set 2010, pubblicato da Redazione in: Casalinghe Consumi Economia Spese Tassi 
osservatorio prezzi tariffe Il Garante dei prezzi ha sottoscritto un protocollo d'intesa con l'università Sapienza di Roma. Il protocollo, firmato dal rettore Luigi Frati e da il garante per la sorveglianza dei prezzi Roberto Sambuco, nasce con l'intento di coniugare “il sapere trasversale dell'ateneo più grande d'Europa con la volontà di rendere sempre più approfondito il lavoro di analisi dei mercati al fine di difendere le possibilità di scelta e il potere di acquisto dei cittadini". Un Comitato scientifico di valutazione selezionerà di volta in volta le tematiche oggetto di ricerca. Obiettivo finale, è garantire la tutela dei diritti dei consumatori, grazie all’azione congiunta di analisi, verifica e approfondimento dell’andamento dei prezzi di prodotti e servizi da parte del Garante con l'attività di ricerca e monitoraggio dei sistemi economici e produttivi realizzata dall’Università. continua Continua>>
1 Commento
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 3.0/5