Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Tutti i segni di un quartiere pet-friendly

25 apr 2017, pubblicato da Federica Tordi in: Comprare immobile Curiosità Famiglia Primo piano Territorio 

Secondo recenti stime, il 55% delle famiglie italiane possiede un animale domestico, per un totale di circa 15 milioni di cani e gatti adottati nelle nostre case. Questi dati, in costante aumento, dimostrano come chi cerca un immobile sempre più spesso è un proprietario di un amico a quattro zampe e quindi bada ad aspetti che riguardano anche il suo animale durante la ricerca della casa. Ma non basta trovare un appartamento a misura di cane, è importante anche il quartiere e il suo essere pet-friendly, al punto che un noto blog americano ha stilato una serie di aspetti da osservare quando si visita un immobile, se si vuole scoprire se il vicinato è o meno un amante degli animali.

Più siamo meglio è

Quando si visita per la prima volta l’immobile, ancor prima di vederne il complesso in cui è inserito e i suoi interni, bisogna prestare attenzione al quartiere per captare la presenza di altri animali. Se in zona si notano facilmente cani al guinzaglio che passeggiano con i loro proprietari, allora sarà più probabile che si tratti di in un quartiere pet-friendly, dove si amano gli animali e si è tutti più disponibili al sostegno reciproco. Se il cane, per esempio, sfugge o viene perso di vista, avere come vicini altri proprietari di cani renderà la ricerca più semplice grazie alla loro solidarietà e comprensione. Vedere passeggiare una bella popolazione di cani, poi, può dare anche la garanzia che l’amico a quattro zampe sarà accolto con piacere e non con diffidenza o fastidio.

Aree cani curate e ben popolate

Oltre a guardare l’immobile e il condominio in cui si trova, una buona idea potrebbe essere quella di visitare la zona durante il weekend. È nel fine settimana che umani e animali hanno più tempo per uscire insieme e si potrà notare quanto siano popolate eventuali aree cani presenti nel vicinato. Oltre alla loro dimensione e quanto sono curate, sarà interessante vedere la socialità che si crea al loro interno tra i proprietari degli animali: questi spazi, infatti, possono anche offrire buone occasioni di incontro e conoscenze tra nuovi vicini.

Veterinari, negozi specializzati e toilette

Se nel quartiere si trovano facilmente negozi specializzati per animali, ambulatori veterinari e toilette per gli amici a quattro zampe, allora vorrà dire che la casa si trova in una zona attenta al loro benessere. Vivere in una comunità che condivide l’importanza e l’amore dei cani, sarà sicuramente un valore aggiunto all’immobile a cui si è interessati.

 

Passeggiare

Per chi possiede una cane di taglia grande potrebbe essere importante avere un giardino per il proprio amico, ma per chi ha un cane più piccolo da appartamento sarà fondamentale che nella zona ci siano abbastanza spazi per passeggiare insieme. Non solo le sopra citate aree cani, ma anche ampi marciapiedi, spiagge su cui correre o sentieri nel verde possono rappresentare una buona caratteristica del quartiere da tenere in considerazione per chi cerca una casa per sé e il suo cucciolo.

Locali pet-friendly

In ultimo sarebbe utile condurre un’indagine nei locali della zona per capire quale tipo di approccio verso i cani è più diffuso. Sarà più piacevole per chi ne possiede uno vivere in un quartiere in cui bar, ristoranti e negozi accettino gli animali al loro interno e non li costringano ad aspettarli fuori.

 

Tutti i segni di un quartiere pet-friendly5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5