Domande & Risposte
News Immobiliari
Suggerimenti

Venduta all’asta la casa d’infanzia di Donald Trump

2 feb 2017, pubblicato da Andrea Polo in: America Curiosità Primo piano Varie 

Fummo proprio noi di Immobiliare.it, a luglio scorso, a dare la notizia della vendita della casa natale di Donald Trump. In quella occasione dicemmo espressamente che si trattava di fare una scommessa immobiliare; se il Tycoon avesse perso le elezioni sarebbe rimasta la casa natale di un milionario; se le avesse vinte si sarebbe trasformata nella casa natale del quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d’America. A fare quella scommessa, evidentemente vinta, è stata l’investitore immobiliare Michael Davis che, qualche mese fa, è diventato proprietario della villetta in stile Tudor  - costruita dal padre di Trump nel 1940  - per 1.39 milioni di dollari, meno della richiesta iniziale che era stata di 1.65 milioni.

Ora, secondo quanto risulta ad Immobiliare.it, Michael Davis non ha perso tempo e ha deciso di sfruttare il guadagno rivendendo, con un’asta, la casa nel Queens ormai ufficialmente definibile come quella natale del Presidente in carica.

Nulla è trapelato, però, riguardo alla cifra ottenuta dall’investitore immobiliare per cedere la proprietà della villa che si trova all’ 85-15 di Wareham street anche se è comunque facilmente presumibile abbia ottenuto una somma ben maggiore di quella che uno stabile identico, ma senza il plus di cotanta nascita, varrebbe in zona.

In questa casa, che ha complessivamente una superficie di circa 200 metri quadrati, Donald Trump ha vissuto dal 1946, anno della sua nascita fino a che la famiglia si trasferì a pochi isolati di distanza, ma in una villa di dimensioni maggiori.

Chissà se il ristoratore che qualche mese fa ha venduto l’immobile a Davis si è pentito di non aver aspettato un po’ di più.

 

Venduta all'asta la casa d'infanzia di Donald Trump5.051
0 Commenti
VN:F [1.8.6_1065]
1 voto. Media: 5.0/5